Ultima modifica: 15 maggio 2016

Invito alla lettura

Nella nostra società e in Parlamento è in corso da molti anni un dibattito sul riconoscimento giuridico della Lingua dei Segni Italiana (LIS). Nel libro si racconta una grande battaglia di civiltà: autori sordi e udenti affrontano aspetti diversi e complementari come la ricerca linguistica, le neuroscienze, il modello bilingue, la costruzione sociale della sordità, l’autodeterminazione, i diritti umani e le minoranze linguistiche. Gli autori, Tullio De Mauro, Renato Rordorf, Maria Cristina Caselli e Serena Corazza, rivolgendosi a chi ha interessi scientifici e didattici, ai politici e ai legislatori e a quanti operano “nel mondo della sordità”, sottolineano come la lingua dei segni costituisca un imprescindibile strumento di cittadinanza.

Lingua dei segni, società, diritti

———————————————–    ————————————————–

Altro che “pensierini”, ascoltando i bambini si capisce il mondo. “I bambini pensano grande” (Sellerio) è l’ultimo libro di Franco Lorenzoni, maestro e pedagogista umbro formatosi nel Movimento di cooperazione educativa e contrario alla “scuola ad alta velocità”.

Filo conduttore del libro è la meraviglia davanti a quello spettacolo antico come l’uomo e che si rinnova in modo originale in ogni bambino che è la nascita del pensiero. E lo sforzo di dare forma a quel pensiero, con la parola ma anche di trascriverlo, lo stesso sforzo che ha accompagnato l’uomo in quel misterioso e fondamentale passaggio dall’oralità alla scrittura. “Ascoltando nascere giorno dopo giorno parole ed emozioni, ragionamenti, ipotesi e domande, che emergevano dalle voci delle bambine e dei bambini con cui ho lavorato per cinque anni, ho avuto la sensazione di trovarmi di fronte a scoperte preziose, che ci aiutano ad andare verso la sostanza delle cose e verso l’origine più remota del nostro pensare il mondo”.

I bambini pensano grande. Cronaca di una avventura pedagogica

        ——————————————– ————————————————-

È uscito in libreria il romanzo di formazione di Giacomo Mazzariol  “Mio fratello rincorre i dinosauri” ideatore del video Simple Interview, realizzato insieme al fratello Giovanni nato con la sindrome di Down.
Nel libro Giacomo racconta la sua storia: dall’annuncio dell’arrivo del fratello Giovanni e l’entusiasmo di giocare con lui, alla consapevolezza, durante l’adolescenza che Giovanni ha un cromosoma in più che lo rende speciale.